MY ANTONIA

03/01/2011

Produttore: BIRRIFICIO DEL BORGO  (ITALY)

Tipologia birra :  Imperial Pils

Alc: 7,5 %

Colore:  giallo paglierino

Aspetto:  schiuma compatta ed esageratamente persistente

Odori erbacei, malto,lievito,  leggeri sentori di zolfo ma che sono in stile. Birra che punta sull’amaro dei luppoli. Ottimo corpo, molto rotondo e leggermente gasata in partenza. Birra con  poca evoluzione tranne qualche accento speziato. Il finale chiude come la partenza. Amaro molto persistente e con astringenza. Birra buona ma da riequilibrare e fuori stile se il riferimento è una Pils. L’unica cosa che sconvolge è che ci troviamo davanti ad una bassa fermentazione.

Voto 3,7/5

TROUBADOUR MAGMA

03/01/2011

Produttore: BRASSERIE THE MUKETEERS  (BELGIUM)

Tipologia birra :  Belgian Ale

Alc: 9 %

Colore: Arancio

Aspetto:  schiuma pannosa e persistente

Descrizione:  Al naso si hanno lievissimi sentori di caramello, albicocca, mandarino e malto. In bocca ha un buon corpo con aromi di biscotto e di zucca.  La gasatura è eccessiva ma ci stupisce favorevolmente la chiusura amarognola e leggermente astringente

Un’interpretazione originale e ben riuscita di una Belgian Ale

 Voto 4,2/5

Produttore: SIERRA NEVADA  (USA)

Tipologia birra :  A.P.A.

Alc: 6,7 %

Colore: ambrato

Aspetto:  schiuma pannosa e persistente

Descrizione: sentori di pino,balsamiche, di pesca,ananas e caramello.  In bocca è di corpo medio,  con sapori che corrispondono molto agli odori, con punte di speziato  l’amaro è predominante con  un piacevole ammorbidimento sul finale che rileva lievemente l’alcool e lascia il palato setoso.

Se la consideriamo una APA (fonte Ratebeer) è fuori stile, mentre per noi va più accostate alle IPA.

Birra originale e piacevole ma non molto beverina

Voto 4,1/5

BLANCHE DE CHAMBLY

03/01/2011

Produttore: UNIBROUE  (CANADA)

Tipologia birra :  Blanche

Alc: 5 %

Colore: biondo torbido

Aspetto:  schiuma appena accennata ma persistente

Descrizione: sentori di kiwi e malto caramellato.  In bocca è dolce, troppo gasata, e con un corpo medio. Si hanno troppi aromi di zucchero forse dati di un’eccessiva dose di malto che rende anche troppo legata in bocca.

Birra troppo basata sulla dolcezza e senza particolari acuti

 Voto 3,2/5

DOPPIO MALTO

01/01/2011

Produttore: ARRIBAL (ITALIA)

Tipologia birra : Belgian Ale (interpretazione personale)

Alc: %

colore: Arancio torbido

Nota personale: sono molto contrario alla scritta “doppio malto” sulle bottiglie di birre perchè mi fa molto “denominazione industriale”.

Aspetto: schiuma appena accennata ed evanescente

Al naso si  hanno sentori di miele e caramello con lievi note agrumate e l’alcool che fa capolino.

In bocca è presente un buon corpo è una rotondità che rimandano alle ale belghe.  La birra è morbida e dolce ed i luppoli sono troppo nascosti perciò in bocca non si ha un’evoluzione di gusto data dallo “scontro” malto/luppolo.

Il retrogusto è dolce e persistente.

Considerando la giovane età del birrificio, direi che le fondamenta ci sono, adesso credo che debbano fare la parte più difficile del lavoro, dare un propria dimensione e originalità alla birra.

Al momento è una ale belga piacevole ma con bisogno di crescere

Voto  3,5/5

HR. FREDERIKSEN

18/12/2010

 

Produttore: AMAGER BRYGHUS (DANMARK)

Tipologia birra : Imperial Stout

Alc: 10,5%

colore: NERO

Aspetto: schiuma color nocciola

Al naso si sentono profumi tostati (più cioccolato che caffé) e di cheesecake ai frutti di bosco.

In bocca è presente un ottimo corpo con una gasatura lievemente eccessiva. Il sapore è dolce e si apre a note di bruciato con finale erbaceo e lievemente amaro

Non la migliore imperial stout bevuta, ma con un carattere deciso e profumi originali

Voto  3,8/5

HEEN & WEER

18/12/2010

Produttore: BREWERY DE MOLEN (HOLLAN)

Tipologia birra : Triple Belga

Alc: 9,5%

colore: arancio

Aspetto: schiuma bianca soffice

Al nasosi sentono profumi particolari, di vegetali come pomodoro, di timo e leggermenti agrumati

In bocca presente un buon corpo abbastanza rotondo con una punta piccante/speziata sul finale dove emerge in parte l’acool;  si hanno sentori erbacei e vegetali e un lieve grado di frizzantezza.

Birra molto strana che non avremmo saputo categorizzare, forse quella che abbiamo apprezzato meno di De Molen

Voto  3/5